Visibilità su Google

Aumentare visibilità sito

La presenza in rete, oggi, è un tassello fondamentale per chi vuole costruire il proprio business o semplicemente aumentare la sua rete di contatti. Ma avere un sito, una pagina social o un blog non basta se dietro queste non c’è un lavoro concreto di ottimizzazione volta ad aumentare la visibilità su Google. Questo motore di ricerca, infatti, è ormai il più utilizzato dagli utenti di tutto il modo, che si affidano ai suoi risultati per ottenere una risposta praticamente a ogni loro domanda. Se quindi i contenuti delle nostre pagine e dei nostri siti non sono visibili tra i primi risultati, difficilmente genereremo traffico e riusciremo a vendere i nostri beni o servizi. Ma aumentare la visibilità su Google non è per niente semplice. Il suo algoritmo cambia di continuo e, se fino a qualche anno fa bastava pagare per comparire tra i primi risultati, oggi, con una concorrenza spietata dovuta a una moltitudine di siti, bisogna fare di più. Attuando le giuste strategie è possibile aumentare la propria visibilità su Google, anche se il lavoro richiede impegno e costanza per arrivare a ottenere dei buoni risultati. Vediamo alcune di queste strategie nel dettaglio.

Visibilità sui motori di ricerca

  1. Ottimizzazione del sito
  2. Permanenza sul sito
  3. Sito per Mobile
  4. Link building esterna
  5. Analisi delle parole chiave
  6. Presenza sui social

Alcuni trucchi per aumentare la propria visibilità su Google

È bene ricordare che non basta attuare solo una delle strategie che andremo a vedere. Aumentare la visibilità su Google è un processo che richiede interventi su più fronti ed è giusto, quindi, lavorare a 360° per ottenere il massimo dei risultati.

Ottimizzazione del sito – visibilità su Google

Partiamo dall’aspetto più importante: il proprio sito. Quando un utente apre una pagina web vuole avere tutto a portata di mano, senza navigare per molti minuti (che in rete equivalgono a ore) in cerca di quello che desidera. Avere un sito fluido e veloce, che carichi in poco tempo immagini e testi è essenziale per rendere l’esperienza di navigazione piacevole e immediata. È bene quindi evitare di sovraccaricare il sito con immagini e file pesanti. Anche l’organizzazione dei contenuti deve avere una sua logica e immediatezza, senza troppi sottomenù che spazientiscano l’utente. Basti considerare che ormai anche il processo di iscrizione a un blog o a un altro servizio all’interno di un sito è diventato immediato grazie alla possibilità di registrarsi semplicemente premendo il tasto “continua con Google”. Fino a poco tempo fa era necessario inserire una moltitudine di dati personali e spesso gli utenti abbandonavano a metà processo.

Permanenza sul sito – visibilità su Google

Google considera più importanti i siti che generano traffico continuativo e che fanno restare gli utenti tra le pagine per più tempo. Questo non significa, come appena detto, inventare stratagemmi come moduli pieni di campi da compilare per far restare il visitatore più a lungo. Al contrario, l’utente deve poter navigare con piacere e soffermarsi a sfogliare molte pagine perché incuriosito dai contenuti. Gli e-commerce, ad esempio, offrono tantissimi prodotti da sfogliare e, anche se l’utente ne comprerà solo uno, la sua permanenza di navigazione sarà stata di diversi minuti, dettata solo dalla curiosità di scoprire le caratteristiche di un prodotto rispetto ad un altro.

Sito per Mobile – visibilità su Google

Nella società di oggi, soprattutto tra i più giovani, si tende sempre più a lasciare da parte il computer e a usufruire di tutti i contenuti attraverso lo smartphone. Basti pensare che molte persone tra i 20 e i 25 anni non sanno nemmeno utilizzare un pc, o non lo possiedono, ma utilizzano esclusivamente un dispositivo portatile. Per questi motivi, ogni sito deve essere disponibile sia in versione desktop che in versione Mobile. Oltre a questo, creare una App potrebbe aiutare ancora di più ad aumentare la visibilità su Google. È infatti possibile digitarne il nome e venire direttamente indirizzati al link per scaricarla.

Link building esterna – visibilità su Google

Dopo aver visto le operazioni necessarie per ottimizzare il proprio sito, vediamo come far sì che questo sia raggiungibile anche attraverso altri canali. Google, infatti, dà una forte priorità a quei siti “chiacchierati” sul web. Può capitare, infatti, che, anche digitando il nome esatto del sito sulla barra di ricerca, questo compaia al secondo posto, lasciando la prima posizione alla relativa pagina social. Tale fenomeno indica una forte link building del sito, ossia una concreta presenza di link su altre pagine esterne ad esso che ne convogliano il traffico. Questo risultato può essere raggiunto affidandosi al guest posting, ossia l’inserimento su altri blog dei propri articoli, che rimandino, proprio tramite link, al proprio sito personale.

Analisi delle parole chiave – visibilità su Google

Una corretta implementazione delle parole chiave all’interno del proprio sito è decisamente la strategia vincente per aumentare la visibilità su Google. Non è per niente semplice e richiede un “lavoro di fino” e molto tempo a disposizione. Non basta, infatti, inserire a caso le parole all’interno dei contenuti del sito. È importante stare attenti alle parole chiave secondarie e latenti e svolgere delle ricerche su quelle più digitate dagli utenti, che spesso possono discostarsi molto da quelle inserite nel sito pur restando nello stesso ambito. Bisognerebbe dedicare davvero molto tempo alla corretta ricerca delle giuste parole chiave perché l’algoritmo di Google pone le Keyword al primo posto per importanza.

Presenza sui social – visibilità su Google

Esistono addirittura aziende che non hanno un proprio sito ma solo pagine social. Non è una strategia sbagliata ma è sempre meglio affiancare a un profilo social un sito web, anche se questo non viene curato nei dettagli. Ad ogni modo, come abbiamo visto a proposito dei collegamenti esterni, le pagine social sono uno dei modi migliori per costruire una buona catena di link building. Il traffico sui social è enorme e la visibilità dei link è davvero elevata.

Campagne Google Ads

Sono certamente il metodo più semplice per avere immediatamente un’elevata visibilità su Google. Tuttavia, bisogna considerare che pagare una campagna di sponsorizzazione ha anche degli svantaggi. Tra questi la breve durata dell’annuncio in prima pagina e la quasi totale inesistenza del proprio sito su Google una volta terminata la campagna.

Consulente SEO

Affidarsi a un consulente SEO

Affidare il lavoro di posizionamento sui motori di ricerca e di ottimizzazione del proprio sito a una figura professionale esperta è quasi sempre la scelta migliore. Anche se a volte i costi possono essere elevati e i tempi per vedere i primi risultati lunghi, la visibilità su Google avrà una durata maggiore nel tempo e inoltre, il proprio sito sarà costantemente ottimizzato e visibile dall’esterno grazie a una buona link building.

Le strategie appena viste dovrebbero essere eseguite più volte e controllate costantemente poiché l’algoritmo di Google tende a cambiare nel tempo.  Sono necessari quindi un continuo aggiornamento ed uno studio metodico per determinare di volta in volta quali siano le strategie da adottare nel corso del tempo.

 

Contattaci

Primo su Google - Chi siamo

Siamo una società di marketing digitale specializzati nella SEO - indicizzazione nei motori di ricerca. Il nostro obiettivo è quello di aiutare i nostri clienti a raggiungere GRANDI RISULTATI oltre a quello di consolidare il successo ottenuto.

Ci occupiamo di analisi WEB, SEO, SEM, PPC, Web Marketing, Web develop, e-commerce e web design.

Offriamo servizi SEO professionali che consentono ai siti web di aumentare in maniera tangibile il loro punteggio nelle ricerche organiche al fine di competere per le vette più alte della classifica dei motori di ricerca - anche quando si tratta di parole chiave altamente competitive.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Di più dal nostro blog

Guarda tutti gli articoli
No Comments

Lascia un Commento

Accetto la Privacy Policy